DE_ZER logo

AOS, Art is Open Source is proud to be part of the DE_ZER project by Elisa Giardina Papa, Fabrizio Giardina Papa, Giovanni Salerno and Floriano Lapolla. Curator Domenico Quaranta.

(italian below)

 

DE_ZER Vol. 4

[English Version Below]

Il DEberlusconiZER è lieto di annunciare DE_ZER Vol. 4, la quarta puntata di un ciclo di mostre in cui alcuni artisti contemporanei sono chiamati a restituire un senso allo spazio informativo liberato dall’ingombrante presenza del presidente del consiglio italiano, in un inedito adattamento alla rete dei codici della street art e dell’arte pubblica.

A un primo ciclo di mostre collettive (DE_ZER Vol. 1, DE_ZER Vol. 2 e DE_ZER Vol. 3), verranno nei prossimi giorni fatte seguire due mostre personali, per meglio rispondere al carattere peculiare dei lavori proposti: La Merde, di Luca Bolognesi (dal 27 maggio al 5 giugno) e Always on My Mind, diSalvatore Iaconesi (dal 6 al 15 giugno).

I due progetti sfidano entrambi l’infrastruttura tecnologica e concettuale del  DEberlusconiZER, ma non potrebbero essere più diversi per approccio e ispirazione. Giocando ironicamente con il funzionamento e i propositi del DEberlusconiZER, Luca Bolognesi ha deciso di non proporre alcun contenuto sostitutivo. Il livello frapposto tra il contenuto da censurare e lo spettatore è trasparente, immagini e testi rimangono quelli di cui ci si vorrebbe liberare, e il DEberlusconiZER viene convertito in una macchina celibe che fallisce miseramente il proprio compito. Questa didascalia, che ne riporta il titolo, rimane l’unica chiave per identificare il lavoro. E tuttavia proprio il titolo (ottenuto, stando all’autore, da un generatore online di testi casuali nella sua versione in lingua francese) rivela che l’intervento di Bolognesi è tutt’altro che nichilista, rinunciatario, e polemico nei confronti della possibilità offerta dal DEberlusconiZER. Quale che sia il suo significato, e a dispetto della sua invisibilità, La Merde finisce per produrre un’associazione di immagini di una forza inaudita.

All’inesorabile vuoto di Bolognesi si contrappone il troppo pieno di Iaconesi. Sberleffo e scatologia ritornano anche in Always on My Mind, di cui non riveliamo nulla per non farvi perdere il gusto bruciante della sorpresa che abbiamo provato noi, appena l’abbiamo aperto. L’appuntamento è per il 6 di giugno.

Il DEberlusconizerZER è un progetto di Elisa Giardina Papa, Fabrizio Giardina Papa, Giovanni Salerno e Floriano Lapolla.

Gli artisti sono stati selezionati e invitati dal critico d’arte Domenico Quaranta.

info@de-zer.com
www.de-zer.com

The DEberlusconiZER is proud to announce DE_ZER Vol. 4, the fourth of a series of exhibitions in which some contemporary artists are invited to give a new meaning to the informational space “liberated” from the unwieldy presence of the Italian Prime Minister.

After three group shows (DE_ZER Vol. 1, DE_ZER Vol. 2 and DE_ZER Vol. 3), the DEberlusconiZERwill host two solo shows, in order to allow a better understanding of two very peculiar projects: La Merde, by Luca Bolognesi (May 27 – June 5, 2011) and Always on My Mind, by Salvatore Iaconesi (June 6 – June 15, 2011).

Both the works – very different in terms of content and inspiration – challenge the technological and conceptual infrastructure provided by the DEberlusconiZER. Ironically playing with the workings and intentions of the project, Luca Bolognesi chose to refuse submitting any alternative content to the original images and texts. The level interposed between the censored content and the spectator is transparent, images and texts are still the ones the DEberlusconiZER wanted to set us free from. The program becomes a celibatory machine that fails its target. The caption you are reading, with the work’s title and explanation, becomes the only way to identify the work itself. And yet, the title La merde (according to the artist, provided by an online text generator in its French release) proves that Bolognesi’s contribution is far for being nihilistic, defeatist and polemical against the possibilities provided by its host body. Whatever it’s meaning is, and despite its invisibility, La Merde ends up creating a strong, unprecedented association between images.

After Bolognesi’s inexorable void, the DEberlusconiZER will host Iaconesi’s lavish filling. Sneer and scatology can be found as well in Always on My Mind, a work that we are not going to describe here in order to let you enjoy the biting taste of the surprise we had when we first tested it. Save the date: June 6, 2011.

The DEberlusconiZER is a web tool that replaces the images and words related to the Italian Prime Minister. The software subverts the media machine created by one of the most controversial figures in Italian politics by reclaiming the space devoted to him and using it for new porpuses.

The DEberlusconiZER is a project by Elisa Giardina Papa, Fabrizio Giardina Papa, Giovanni Salerno and Floriano Lapolla.

The artists have been selected and invited by art critic Domenico Quaranta.

info@de-zer.com
www.de-zer.com

LucaBolognesi

La Repubblica DEberlusconiZZATA con La Merde, di Luca Bolognesi.
La Repubblica DEberlusconiZED with La Merde, by Luca Bolognesi.

salvatore iaconesi

Der Spiegel DEberlusconiZZATO con Always on My Mind, di Salvatore Iaconesi.
Der Spiegel  DEberlusconiZED with Always on My Mind, di Salvatore Iaconesi.

 

June 3rd, 2011

Posted In: Arts, Other Projects, Updates

Tags: , , , , ,

Leave a Reply